Close

SIMEST: Incentivi Temporary Manager

descrizione del bando

L’agevolazione destinata alla realizzazione di un progetto di inserimento temporaneo nell’Impresa di Temporary Manager, per la realizzazione di progetti di innovazione tecnologica, digitale o ecologica, a sostegno dell’internalizzazione dell’Impresa sui mercati internazionali.

L’inserimento temporaneo di Temporary Manager è regolato da un Contratto di Temporary Management stipulato esclusivamente con una Società di servizi terza.

beneficiari del bando

Imprese che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativo a due esercizi completi.

 

settori interessati

Tutti i settori esclusi i settori della pesca e dell’acquacoltura e nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli

cosa finanzierà

In linea con le Finalità del bando, le spese ammissibili e finanziabili sono:

  1. Spese per le prestazioni professionali del Temporary Manager (almeno il 60%
    dell’Intervento Agevolativo):
    1.1. Spese relative alle prestazioni temporanee di Temporary Manager risultanti dal
    Contratto di Temporary Management;
  2. Spese strettamente connesse alla realizzazione del progetto elaborato con
    l’assistenza del Temporary Manager (massimo il 40% delle spese rendicontate
    ammissibili all’Intervento Agevolativo):
    2.1. Spese per attività di marketing e promozionali;
    2.2. Spese per integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali;
    2.3. Spese per la realizzazione/ammodernamento di modelli organizzativi e gestionali;
    2.4. Spese di ideazione per l’innovazione/adeguamento di prodotto e/o servizio;
    2.5. Spese per le certificazioni internazionali e le licenze di prodotti e/o servizi, deposito
    di marchi o altre forme di tutela del Made in Italy;
    2.6. Spese per attività di supporto:
    a) Spese per la formazione interna/esterna del personale amministrativo o
    tecnico;
    b) Spese di viaggio e soggiorno da parte degli amministratori e/o titolari
    dell’impresa richiedente;
    c) Spese di viaggio e soggiorno (incoming) di potenziali partner locali
    (esclusa la clientela);
    d) Spese legali per la costituzione di società controllate locali o filiali gestite
    direttamente.
  3. spese consulenziali professionali per le verifiche di conformità alla normativa
    ambientale nazionale.
  4. spese per consulenze12 finalizzate alla presentazione e gestione della richiesta di Intervento Agevolativo per un valore fino a un massimo del 5% dell’importo deliberato

come

Finanziamento a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE (Tasso applicato del 0,464% al 14/7/2023) oppure (ii) 50% (cinquanta) e (iii) 80% (ottanta) definito in fase di presentazione della domanda.

Importo minimo di euro 10.000

importo massimo euro 500.000 o 20% dei ricavi dell’ultimo bilancio (o degli ultimi 2 per importi superiori ai 150.000 euro)

Esposizione massima complessiva nei confronti del fondo 394/81 non superiore al 35% della media dei ricavi degli ultimi due bilanci.

La durata complessiva del Finanziamento è di 4 anni a decorrere dalla data di Stipula del Contratto, di cui:

  • Periodo di Preammortamento: 2 anni
  • Periodo di Rimborso: 2 anni

Le garanzie richieste sono determinate in funzione del MOL o della classe di Scoring dell’Impresa (senza garanzia per lo scoring 1 e 2)

Erogazione in 2 tranche (25% anticipo – Saldo)

Contributo a fondo perduto del 10% entro un massimo di 100.000 euro per:

  • PMI (anche Micro Impresa), con sede operativa nelle Regioni del Sud-Italia (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) costituita dal almeno 6 (sei) mesi;
  • PMI (anche Micro Impresa), in possesso di certificazioni ambientali/di sostenibilità (ISO 45001, ISO 14001, SA8000);
  • PMI (anche Micro Impresa), giovanile (i.e. impresa costituita al 60% (sessanta) da giovani tra i 18 (diciotto) e i 35 (trentacinque) anni oppure per le società di capitali, impresa in cui le quote di partecipazione sono detenute per il 60% (sessanta) giovani tra i 18 (diciotto) e i 35 (trentacinque) anni);
  • PMI (anche Micro Impresa), femminile (i.e. impresa costituita al 60% (sessanta) da donne oppure per le società di capitali, impresa in cui le quote di partecipazione sono detenute per il 60% (sessanta) da donne);
  • PMI (anche Micro Impresa), con una quota di fatturato export risultante dalle dichiarazioni IVA degli ultimi due esercizi pari a 20% (venti) sul fatturato totale;
  • PMI (anche Micro Impresa), innovativa (i.e. impresa registrata come PMI innovativa presso la sezione speciale della camera di commercio);
  • Impresa anche non PMI o Micro Impresa, in possesso di certificazioni ambientali/di sostenibilità (ISO 45001, ISO 14001, SA8000) e che entro la data della prima Erogazione può fornire evidenza di:
    • aver emesso una Sustainable Procurement Policy (SPP) contenente principi ESG;
    • adesione di almeno 5 fornitori dell’Impresa Richiedente, con contratti di fornitura stipulati da almeno 12 mesi dalla presentazione della Domanda, a uno o più principi ESG contenuti nell’SPP;
    • processo di implementazione della suddetta Policy;
    • piani correttivi in caso di non conformità di uno o più fornitori (ad esempio chiusura rapporto con il suddetto fornitore o diffida e tempo per adeguarsi);
    • strumenti e modalità di monitoraggio dei fornitori con riferimento al rispetto alla conformità alla suddetta Policy
  • impresa (anche non PMI o Micro Impresa), con Interessi diretti nei Balcani Occidentali.

link di riferimento

https://www.reteagevolazioni.it/simest-incentivi-temporary-manager/

scadenza del bando

* fino ad esaurimento fondi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Comments
scroll to top